image
image
image
image



home



Hey, qui Mauro Andreolli, noto anche come the soundpusher.
Mi occupo principalmente di mixing e mastering audio che svolgo nel mio studio di Trento, das Ende der Dinge.
MD

Quando richiesto coordino le fasi precedenti ed assisto musicisti indipendenti ed etichette discografiche in quelle successive. La si potrebbe definire una sorta di "supervisione produttiva" volta ad ottimizzare l'intero processo di realizzazione di un'opera musicale, dalle riprese fino alla pubblicazione. Nelle varie sezioni del sito troverete maggiori informazioni in proposito.

Il taglio prevalente di queste pagine è quello tecnico, ciò nonostante qui in home sintetizzo alcuni tratti che possano aiutare ad inquadrarmi con l'intento di fare cosa gradita a chi si appresta a collaborare con me.

Ho cominciato a maltrattare il basso elettrico alla fine degli anni '80, poco dopo gli ho affiancato un computer Atari con mansioni di sequencer MIDI ed un campionatore Akai S1000. Così bardato con la mia band Rsu ho girato l'Italia e qualche pezzo d'Europa registrando nel contempo un paio di album, ringrazio e saluto gli amici che mi hanno accompagnato in quell'avventura. Successivamente basso e campionatori sono tornati allo scoperto in occasione dell'operazione Lovecoma.
MB   MS

I miei contributi su materiali sonori altrui iniziano a metà dei Novanta, si trattava in prevalenza di remix (VM18, Jovanotti, Prozac+, Daniele Silvestri, Delta V, Casino Royale...) e di programmazioni in studio (Extrema, Flash Terrorist, Kaoslord e altri).

Nello stesso periodo, dopo aver frequentato lo storico Profile Studio di via Ricordi a Milano nell'ambito della lavorazione di alcuni progetti che mi vedevano coinvolto, ho dato il via alle prime sperimentazioni nell'area del mastering che in Italia muoveva allora i primi passi. Da quell'epoca moltissimo è cambiato sia nei criteri generali che dal punto di vista tecnico, nella sezione delle faq è raccolta una rassegna delle "domande più frequenti" che mi danno l'occasione di approfondire alcuni tra gli aspetti più interessanti relativi al mastering stesso.

Del 1998 è la prima produzione artistica, portata a termine con l'amico e collega Fabio Recupero: l'album "Lingua contro lingua" (Dischi del Mulo - Polygram) del gruppo barese Radiodervish, vincitore del Premio Ciampi come miglior debutto discografico dello stesso anno. In seguito ho affinato le modalità del mio apporto artistico indirizzandolo più specificamente alla fase di mixing. Il concetto di "produzione del mix" identifica proprio questo approccio creativo/costruttivo nell'elaborazione delle tracce provenienti dalla sala di registrazione (Resando, Extrema, Blame, N.A.N.O. per citare qualche esempio).

Anche il suono delle produzioni audiovisive richiede spesso interventi di ottimizzazione mirata: dedicarsi al mixaggio di film, cortometraggi o serie TV come al mastering di colonne sonore costituisce un interessante diversivo rispetto al fronte strettamente musicale (tra gli altri L'Imbalsamatore, Tanguero, Italia per Aria).

Per una lista parziale degli oltre 700 progetti alla cui realizzazione ho contribuito date una scorsa alla pagina credits mentre per raggiungermi potete fare riferimento a quella dei contatti. Lì trovate anche i collegamenti alle mie pagine personali su LinkedIn e Facebook, qualora siate interessati rispettivamente alla mia formazione o ai miei passatempi.

Buona consultazione di queste pagine.
image
image


image